VALIDITA' ANNO SCOLASTICO PER LA VALUTAZIONE ALUNNI

Agli studenti

Ai genitori

All’Albo e al sito

e p.c.  docenti e Ata 

Comunicazione no.

Validità dell’anno scolastico per la valutazione alunni 

Dando seguito alla Circ. no.20, prot. 1483 del marzo 2011 concernente la validità dell’anno scolastico per la valutazione alunni si informa che, in applicazione del DPR 122/2009, il Collegio Docenti ha approvato l’allegato regolamento applicativo del limite delle assenze per la validità dell’anno scolastico e la conseguente ammissione allo scrutinio di valutazione finale.

La nuova normativa prevede che “per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell’orario annuale personalizzato”. Lo scopo è di incentivare gli studenti al massimo impegno di presenza a scuola per consentire agli insegnanti di disporre della maggior quantità possibile di elementi per la valutazione degli apprendimenti e del comportamento.

 

La base di riferimento per la determinazione del limite minimo di presenza è il monte ore annuale delle lezioni che consiste nell’orario complessivo di tutte le discipline definito dagli ordinamenti della scuola secondaria e dai quadri orari dei singoli percorsi. Si confronti in calce il quadro orario definito per il nostro istituto, per i diversi percorsi. Sarà compito di ogni consiglio di classe valutare le singole situazioni, calcolando il totale delle assenze cui si aggiungono ritardi ed uscite anticipate per deliberare in merito all’ammissione alla valutazione finale, sulla base della normativa e del regolamento approvato dal Collegio, che ha definito i criteri generali e le fattispecie che legittimano la droga al limite minimo di presenza.

 

La comunicazione delle assenze, ritardi ed uscite anticipate che rischiavano di pregiudicare la valutazione è stata regolarmente fornita, a breve le famiglie potranno verificare autonomamente, dal sito web della scuola, la situazione delle assenze del proprio figlio. Si evidenzia che l’introduzione della nuova norma, nonché del presente Regolamento, è occasione per responsabilizzare gli studenti e le loro famiglie sull’importanza di ogni ora di lezione e sulla necessità di impegnarsi nell’evitare o contenere assenze, ritardi, uscite anticipate. Si augura a tutti una serena conclusione di anno scolastico. 

Il Dirigente Scolastico

Paola Bisegna 

 

Quadro riassuntivo del monte orario annuo per anno di corso per i diversi percorsi  

Classe

Ordinamento

3/4

Sperimentale

3/4

Prima   N.O.

891

668

--

--

Seconda

891

668

1023

767

Terza

924

693

1023

767

Quarta

957

718

1056

792

Quinta

990

742

1056

792

REGOLAMENTO APPLICATIVO DEL LIMITE DELLE ASSENZE

ai sensi del DPR n.122/2009 art. 14 c.7

approvato dal Collegio Docenti con delibera del 19 maggio 2011

 

Il  D.P.R. n. 122/2009  dispone:

- art. 14 c.7 “A decorrere dall'anno scolastico di entrata in vigore della riforma della scuola secondaria di secondo grado, ai fini della validità dell'anno scolastico, compreso quello relativo all'ultimo anno di corso, per procedere alla valutazione finale di ciascuno studente, è richiesta la frequenza di almeno tre quarti dell'orario annuale personalizzato. Le istituzioni scolastiche possono stabilire, per casi eccezionali, analogamente a quanto previsto per il primo ciclo, motivate e straordinarie deroghe al suddetto limite. Tale deroga è prevista per assenze documentate e continuative, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati. Il mancato conseguimento del limite minimo di frequenza, comprensivo delle deroghe riconosciute, comporta l'esclusione dallo scrutinio finale e la non ammissione alla classe successiva o all'esame finale di ciclo.”

RITENUTO necessario stabilire criteri generali per dare trasparenza all’operato dei Consigli di Classe nella valutazione degli studenti in sede di scrutini finali, il Collegio dei Docenti

DELIBERA

alla unanimità  di adottare il seguente

REGOLAMENTO  APPLICATIVO  DEL  LIMITE  DELLE  ASSENZE

PER  LA VALIDITA’ DELL’ANNO SCOLASTICO

ai sensi del DPR n.122/2009 art. 14 c.7 : 

art. 1 - Calcolo della percentuale di  assenze

Tutte le assenze, incluse le entrate e le uscite fuori orario del singolo alunno, vengono annotate dai Docenti sul Registro di Classe.

Le assenze, di cui al primo comma, vengono calcolate sulla base della frequenza registrata in segreteria, con la collaborazione del Docente Coordinatore di classe. Esse sono conteggiate in ore, e la percentuale viene calcolata sul monte ore annuale personalizzato delle lezioni, come normativamente definito per la validazione dell’anno scolastico:  monte ore settimanale previsto dal percorso curricolare frequentato, moltiplicato per 33 settimane. Tali valori sono indicativi. Ove fosse necessario un conteggio accurato, sarà preso in considerazione, il “curricolo individuale” di ogni studente considerando la situazione personale  (ad es. il non avvalersi dell’ora di Religione).

Non rientrano tra le assenze le ore dedicate ad assemblea di istituto e quelle per viaggi di istruzione.

E’ da considerarsi attività didattica ordinaria (quindi non calcolabile come assenza, purché effettivamente svolta) la partecipazione di alunni  (classi intere o singoli alunni) con la scuola ad attività e progetti previsti dal P.O.F. , che comportino una presenza fuori aula o fuori sede. 

art. 2 - Tipologie di assenza ammesse alla deroga

La deroga è prevista per assenze debitamente documentate, a condizione, comunque, che tali assenze non pregiudichino, a giudizio del consiglio di classe, la possibilità di procedere alla valutazione degli alunni interessati.

Non verranno considerate nel calcolo delle assenze quelle degli studenti che usufruiscano di leggi relative alle disabilità

Le seguenti  tipologie di assenza, ammesse alla deroga, riguardano:

a)     motivi di salute eccezionali e documentati, con certificazioni di strutture pubbliche o con codice regionale :

- ricovero ospedaliero -  cure domiciliari per gravi patologie, in forma continuativa o ricorrente - terapie saltuarie e/o ricorrenti per gravi patologie  - visite specialistiche ospedaliere e day hospital (anche riferite ad un giorno)

b)     motivi personali e/o di famiglia, eccezionali e documentati: provvedimenti dell’autorità giudiziaria, attivazione di separazione dei genitori in coincidenza con l’assenza;  gravi patologie e lutti dei componenti del nucleo familiare entro il II grado;  rientro nel paese d’origine per motivi legali;  trasferimento della famiglia 

art.3  programmi/percorsi di apprendimento personalizzati

Per gli alunni che, in ospedale o luoghi di cura o in istruzione domiciliare, seguano momenti formativi sulla base di appositi programmi di apprendimento personalizzati predisposti dalla scuola, tali periodi rientrano a pieno titolo nel tempo scuola (art. 11 DPR 22.06.2009).

Per gli alunni (specificamente quelli del quarto anno) che seguano periodi di frequenza scolastica all’estero, come da norme sulla equipollenza, i periodi di scolarizzazione in questione vengono riconosciuti in termini di frequenza e assenze secondo quanto formalmente certificato dalla scuola straniera.

Giornate  o uscite anticipate per attività sportiva agonistica o formativa (ad es., conservatorio), debitamente richieste,  e certificate da soggetti giuridicamente riconosciuti (Federazioni sportive, Associazioni Sportive di appartenenza, Conservatori, Istituzioni formative ecc.) sono ammesse a deroga.

 art. 4    disposizioni finali

Tutte le motivazioni devono essere preventivamente, o comunque tempestivamente, documentate

Le deroghe di cui al presente regolamento vengono fatte valere a condizione che le assenze complessive, a giudizio del Consiglio di classe, non pregiudichino la possibilità di procedere alla valutazione dell’alunno

Al di fuori delle suddette deroghe qualsiasi altra assenza (sia essa ingiustificata o giustificata) effettuata durante l’anno scolastico viene conteggiata ai fini della esclusione o inclusione nello scrutinio finale.

L’introduzione della norma, nonché del presente Regolamento,

è l’occasione per responsabilizzare gli studenti e le loro famiglie sull’importanza di ogni ora di lezione e quindi sulla necessità di impegnarsi nell’evitare o contenere assenze,  ritardi, uscite anticipate .

 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI SCARICA IL PDF

 
ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Alternanza2a

Formazione e aggiornamento
OPZIONE ROBOTICA

logo rob lite

OPZIONE MUSICALE

Logo-Musica-2 lite

INT. GCSES / A-LEVELS

Edexcel Logo approved centreRGB-1

CLASSI CAMBRIDGE

Classi Cambridge NEW

Mobilità Studentesca Internazionale

mob.stud.inter

VOLONTARIATO

 

Volontariato-piccolo

Cerca
P.T.O.F. 2016/19

PTOF

Offerta Formativa
 volantino open day thumb
25° Anniversario del L. Democrito
25democrito
Statistiche
Utenti : 157
Contenuti : 3482
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 4054108

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per sapere di più sui cookies utilizzati in questo sito, leggi la nostra politica sui Cookies.

Cliccando sul tasto OK accetti utilizzo dei cookies.

EU Cookie Directive Module Information