DIDATTICA

SCELTE DIDATTICHE:

 

Ø    Rispetto delle varie fasi evolutive

Ø    Fiducia nella modificabilità degli impianti cognitivi.

Ø    Sviluppo di abilità di studio funzionali ad un autonomo percorso formativo.

Ø    Sviluppo della capacità di riconoscere ed usare i diversi codici della comunicazione.

Ø    Impostazione di un approccio critico e razionale.

Ø    Proposta di una visione il più possibile ampia del panorama cultura.

 

 

 

OBIETTIVI COGNITIVI DISCIPLINARI:

 

BIENNIO:

  • Acquisire un metodo di studio funzionale
  • Acquisire le conoscenze delle varie discipline.
  • Ampliare le competenze linguistiche e acquisire il linguaggio specifico delle discipline.
  • Esporre in forma chiara e corretta in tutti gli ambiti disciplinari.
  • Decodificare un testo sia letterario, sia scientifico.
  • Collocare gli eventi nella dimensione spazio-temporale.
  • Analizzare fati e situazioni cogliendo i nessi di causalità.
  • Riconoscere ed usare, i testi orali e scritti corretti, gli esponenti linguistici più ricorrenti, sia informali sia formali, di tutte le funzioni referenziali e sociali della lingua straniera (Livello B1 del Quadro di Riferimento del Consiglio d’Europa).
  • Utilizzare corrette procedure di calcolo
  • Avviarsi all’uso delle tecnologie come strumento di comunicazione e di ricerca.
  • Indagare la realtà secondo il metodo induttivo-sperimentale.
  • Sistematizzare le conoscenze secondo un metodo logico deduttivo.
  • Sviluppare la capacità di analisi, di sintesi e di riflessione.

 

TRIENNIO:

  • Rafforzare il metodo di studio per conseguire autonomia nel lavoro, senso critico, autocritica.
  • Acquisire le conoscenze delle varie discipline.
  • Pervenire alla duttilità nell’uso dei diversi codici della comunicazione.
  • Esporre in forma chiara e corretta, con lessico ricco ed articolato adeguato alle varie discipline.
  • Produrre, in lingua straniera, testi orali e scritti corretti di tipo descrittivo, espositivo ed argomentativi sulla base di mappe concettuali organiche (Livello C1 del Quadro di Riferimento del Consiglio d’Europa)
  • Decodificare e valutare testi sia letterari sia scientifici, anche nella/e lingua/e straniera/e
  • Mettere in relazione eventi storico-filosofici, letterari, artistici, scientifici, religiosi
  • Utilizzare, l’analisi del presente, categorie desunte dallo studio dei fatti storico-filosofici, artistici, letterari, scientifici, religiosi
  • Sviluppare un ragionamento matematico con rigore logico, strategia di calcolo e linguaggio appropriato
  • Discernere una situazione problematica attraverso modelli matematici
  • Distinguere tra realtà e modelli interpretativi della stessa
  • Utilizzare le tecnologie come strumento implementante lo studio, la comunicazione, la ricerca
  • Cogliere e leggere la complessità di un evento analizzandone gli aspetti politici, economici, scientifici
  • Comprendere l’importanza della ricerca come metodo di indagine della realtà
  • Comprendere l’importanza della ricerca scientifica e tecnologica per la sua ricaduta sugli standard di vita
  • Acquisire consapevolezza del proprio percorso formativo, sostenuto da argomentazioni e categorie, desunte dallo studio storico-filosofico, letterario, artistico e scientifico, religioso.

Per gli obiettivi cognitivi analitici si fa riferimento alle programmazioni dipartimentali.

 

RILEVAZIONE DEL PERCORSO DI APPRENDIMENTO

 

> Criteri

-          Corrispondenza tra gli obiettivi previsti e le reali possibilità della classe

-          Coerenza tra contenuti, tecniche e tempi delle verifiche e le altre fasi della programmazione didattica

-          Rilevanza dei contenuti delle verifiche nel quadro del percorso didattico, allo scopo di favorire l’efficacia della valutazione formativa

-          Esplicitazione dei fini delle verifiche, allo scopo di consentire agli studenti la condivisione delle varie fasi del progetto didattico

-          Esplicitazione dei criteri e dei parametri della misurazione, per favorire negli studenti:

> la percezione dei livelli individuali e collettivi di apprendimento,

> la disposizione a riflettere sul loro operato, a pervenire all’autovalutazione,

> la consapevolezza e l’operatività in eventuali attività di recupero.

 

> Strumenti

Il Collegio dei Docenti fa propri gli strumenti di verifica concordati in ambito dipartimentale e ritiene congrua la somministrazione alle classi di:

-          almeno tre prove scritte per le discipline per cui è prevista la valutazione relativa

-          almeno due prove orali e/o di diverso tipo indicato dai Dipartimenti

I Dipartimenti sono impegnati nella formulazione di programmi didattici, nell’elaborazione di strumenti di verifica e nell’individuazione di criteri e parametri di misurazione che possono consentire una sempre maggiore assimilabilità degli standard qualitativi e della valutazione nelle varie sezioni del Liceo.

 

VALUTAZIONE  DEL COMPORTAMENTO DEGLI STUDENTI

 

DIECI

rispetto dell’ambiente, dei ruoli e delle persone; impegno nell’ambito della solidarietà sociale all’interno e/o all’esterno dell’Istituto; comportamento pienamente responsabile; presenza costante; contributo significativo alle dinamiche della classe; atteggiamento collaborativo e propositivo; autonomia; organizzazione funzionale del lavoro scolastico; puntualità negli impegni.

 

NOVE

rispetto dell’ambiente, dei ruoli e delle persone; attenzione alle problematiche di ordine sociale; comportamento pienamente responsabile; presenza assidua; partecipazione attiva e pertinente; organizzazione funzionale del lavoro scolastico; puntualità negli impegni.

 

OTTO

rispetto dell’ambiente, dei ruoli e delle persone; comportamento non sempre responsabile; presenza sufficiente; modalità di partecipazione dispersive; discreta organizzazione del lavoro scolastico; scarsa puntualità negli impegni.  

 

SETTE

scarso rispetto dell’ambiente e/o dei ruoli e/o delle persone; comportamento poco responsabile; note disciplinari rilevanti e/o reiterate, ma non riferibili ad infrazioni disciplinari gravi; presenza saltuaria; scorrette/improprie modalità di partecipazione; non funzionale organizzazione del lavoro scolastico; scarsa puntualità negli impegni.

 

SEI

scarsissimo rispetto dell’ambiente e/o dei ruoli e/o delle persone; comportamento  talora irresponsabile, che abbia comportato una concreta situazione di pericolo per l’incolumità delle persone; nota/e disciplinare/i rilevante/i riferibile/i ad infrazione/i grave/i; presenza scarsa e/o saltuaria; insufficiente organizzazione del lavoro scolastico; azione di disturbo dell’attività della classe e/o della vita della scuola; scarsa puntualità negli impegni.

 

CINQUE

ai sensi dell’art. 2, comma 4, del D.M. n.5 del 16 gennaio 2009.

 

 

 Nota . L’assegnazione di ciascun voto è riferita alla condotta  nel suo complesso come indicato nella presente tabella, anche in assenza di uno o più dei comportamenti indicati. 

 

 
ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Alternanza2a

Formazione e aggiornamento
OPZIONE ROBOTICA

logo rob lite

OPZIONE MUSICALE

Logo-Musica-2 lite

INT. GCSES / A-LEVELS

Edexcel Logo approved centreRGB-1

CLASSI CAMBRIDGE

Classi Cambridge NEW

Mobilità Studentesca Internazionale

mob.stud.inter

VOLONTARIATO

 

Volontariato-piccolo

Cerca
P.T.O.F. 2016/19

PTOF

Offerta Formativa
 volantino open day thumb
25° Anniversario del L. Democrito
25democrito
Statistiche
Utenti : 157
Contenuti : 3394
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 3737394

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per sapere di più sui cookies utilizzati in questo sito, leggi la nostra politica sui Cookies.

Cliccando sul tasto OK accetti utilizzo dei cookies.

EU Cookie Directive Module Information