Biblioteca

AREA BIBLIOTECA

logo democrito

 

Percorsi e documenti nel Progetto Memoria del Liceo Democrito

di Pina Todarello & Paola Bisegna

“L’uso antico di tramandare ai posteri il ricordo delle azioni e dei costumi degli uomini illustri, per quanto oggi non ci sia alcun interesse per i contemporanei, pure fu conservato ai nostri tempi ogni volta che una nobile testimonianza di virtù riuscì a vincere e a sopraffare quel vizio comune alle piccole e grandi società: disconoscere il giusto valore d avversarlo” (Tacito, Agricola 1)

Continua Tacito nell’Agricola che duranti i regimi liberticidi la memoria è l’unica facoltà cui affidare il proprio dolore e la propria sofferenza. “ se fosse in nostro potere dimenticare come tacere avremmo perduto la memoria con la voce”. Ma esercitare la memoria è doloroso di per sé e se si potesse dimenticare il dolore come si può cessare di parlare lo faremmo.

Esercitare la memoria significa continuare a provare dolore, sdegno, continuare a riaprire i lembi di una ferita che continua a sanguinare.

Avere memoria significa indirizzare la mente ricostruire con metodo le tappe di una tragedia immane. Talvolta la memoria rimane muta non arriva alla verbalizzazione perché tra voce e memoria deve crearsi un canale di consapevolezza senza cui ricordare è straziante

di Pina Todarello

Tra le nuove acquisizioni destinate alle Biblioteche del nostro Liceo si segnala il recente volume di Eugenio Iafrate, Vicepresidente Aned Roma, frutto di una ricerca decennale, che ha ricevuto il sostegno della Prof. Elisa Guida, che ne ha curato l’impostazione storica.

Abbiamo seguito la pubblicazione di questo volume fin dall’inizio quando nel 2015, durante la prima versione del nostro Viaggio delle voci presenti a Vienna/Linz/Mauthausen ne discutevamo con Iafrate, che ha voluto partecipare e sostenere questo nostro progetto, seguendolo in prima persona.

 memoria1a     memoria2a

Primo Viaggio delle voci presenti a Vienna/Linz/Mauthausen – 2015

Eugenio Iafrate, Elementi indesiderabili, Storie e memorie di un trasporto Roma – Mauthausen 1944

a cura di Elisa Guida - Chillemi editore

memoria3a

Iafrate nel suo libro riesuma dall’oblio tanti “elementi indesiderabili” come venivano chiamati dalla Polizia della Repubblica Sociale Italiana i prigionieri di Regina Coeli deportati a Mauthausen il 4 gennaio 1944.

Si tratta di un lungo elenco di uomini “normali” che io definirei comuni, che in un altro momento della storia sarebbero passati sotto silenzio avrebbero vissuto una vita ‘normale’ fatta di piccole cose , di piccoli drammi e piccole gioie quotidiane e che si sono trovati ad essere travolti dall’orrore“ per lo più persone semplici contadini, fornaciari, operai, tipografi, fabbri, stuccatori, meccanici, manovali, imbianchini, autisti, calzolai, falegnami, elettricisti e facchini che erano andati ad ingrossare le fila della Resistenza Romana”.

Uomini di tutte le età di semplice estrazione : molti sono scomparsi per la crudeltà delle condizioni di vita, pochi sono sopravvissuti non solo ad altri ma a loro stessi, privati nel mezzo della loro vita di tanti anni: i più giovani sono passati alla vecchiezza, i vecchi quasi ai confini dell’esistenza , gli uni e gli altri avrebbero rischiato il silenzio e l’oblio.

Il testo di Iafrate con il metodo dell’intervista e della raccolta documentario e archivistica ci offre la prospettiva di una ricostruzione storica dal basso : sottrae le vittime alla morte del disamore e dell’indifferenza, noi da un dozzinale qualunquismo e dalla colpevole rimozione del giusto e della verità

 

memoria4a    memoria5a

 

 memoria6a    memoria7a

 

EDUCAZIONE E FORMAZIONE

Nell'ambito del Premio Curcio per le attività creative il nostro liceo è stato fornito di due saggi che affrontano tematiche educative, pedagogiche e formative. I volumi in nostro possesso sono i seguenti:

  • Giovanna Pini, genitori nella rete del bullismo
  • Raffaella Filippi, mappe educative setting pedagogici nella dimensione formativa del linguaggio

I testi sono visionabile e consultabili nei locali della nostra biblioteca.

IMMIGRAZIONE NEL LAZIO

La provinca di Roma ha inviato l'ultima edizione dell'Osservatorio Romano sulle migrazioni, ottavo rapporto, sullo stato dell'immigrazione a Roma e nel Lazio. Tale pubblicazione si inserisce in un progetto più ampio per la messa in rete di strutture e organizzazioni sociali al fine di potenizare le occasioni di sensibiliazzioni al fenomeno migratorio. Nell'intento di arginare i rischi di conflittualità tra autoctoni e stranieri acuito dalla crisi che il nostro Paese sta attraversando. Tale testo favorisce una corretta informazione sulla presenza degli immigrati nella Provincia di Roma e fornisce un utile strumento per la discussione e la riflessione su un aspetto così importante per la convienza sociale a cui la nostra scuola è da sempre particolarmente attenta.

BIBLIOTECA ON-LINE

A breve verrà portata a termine la procedura per la pubblicazione on-line degli archivi della biblioteca del Liceo Democrito. A termine della procedura sarà quindi possibile visualizzare, tramite catalogazione Dewey, l'intero archivio libri della Biblioteca, per poter consultare anche da casa la disponibilità dei libri di nostro interesse.

 

BIBLIOTECA DEL LICEO STATALE “DEMOCRITO”

  Lavoriamo affinchè la biblioteca scolastica possa diventare laboratorio di cultura, luogo fisico da conoscere, strumento di studio e di conoscenza, un luogo dove incontrarsi per scambiare idee e progetti, dove le informazioni raccolte vengono diffuse per diventare patrimonio collettivo.
La biblioteca del nostro Istituto si trova ubicata al primo piano dell’edificio ed è aperta dalle ore 8.30 alle ore 13.30 da lunedì al venerdì. L’apertura è garantita dalla presenza di personale ATA assegnato con un progetto; oltre alla presenza di personale docente. La fruizione è riservata agli alunni, agli insegnanti, agli operatori della scuola, ma è in programma l’apertura al territorio.
La biblioteca scolastica riveste un ruolo fondamentale nella formazione culturale degli studenti, strumento essenziale per l’attività didattica e di ricerca. Il piano dell’offerta formativa dell’Istituto prevede l’utilizzo della biblioteca come risorsa educativa sia all’interno dell’attività curriculare che di quelle di sostegno e integrative. E’ possibile effettuare ricerche individuali e di gruppo, prendere in prestito testi per un periodo massimo di un mese.

Inoltre la biblioteca è  stata resa multimediale da due postazioni computer e di uno spazio attrezzato con videoproiettore.
Il nucleo più antico del patrimonio librario è disposto all’interno di armadi per argomenti, mentre per il resto, viene seguita una suddivisione secondo la Classificazione Decimale Dewey.
Attualmente si sta procedendo alla catalogazione informatizzata con il sistema WINIRIDE che permetterà l’accesso  alla consultazione delcatalogo on-line.
Nel desiderio di coltivare il piacere della lettura, dell’apprendimento e della  ricerca, abbiamo avviato un rapporto di collaborazione con altre realtà scolastiche del territorio e con quanti non fanno parte direttamente della comunità scolastica, la Biblioteca del Liceo ha partecipato come scuola capofila insieme agli Istituti I.C, “Mozart” e IPSSCT “G.Verne” al progetto: “una rete di biblioteche scolastiche per le competenze chiave del XXI secolo” proposto dal MIUR-USR.

 

 

INIZIATIVA "REGALA UN LIBRO" 

“Regala un Libro” è un’iniziativa deliberata dal C.d.I. per migliorare la fruizione della Biblioteca del nostro Istituto valorizzando ed incrementando il patrimonio librario oltre all’aspetto informatico.

            Viene chiesto di donare volumi di narrativa, saggistica ecc. in tema con i contenuti didattici dei nostri corsi di studi o anche una libera donazione.

Sarà occasione per tutti di riqualificare lo spazio biblioteca e farne un luogo di scambio e iniziative. 

 

DOCUMENTI E TESTI DONATI ALLA BIBLIOTECA

            In occasione dell’incontro del 18/2/2011 su Resistenza e Unità sono  stati donati alla scuola i seguenti documenti: 

  1. 8/9/43 – 8/4/45 “Appunti di viaggio” di Lodovico Lisi dell’ANEI ( Ass. Naz. Ex Internati) che sarà in esposizione per un periodo e di cui siamo stati autorizzati a farne copia prima di restituirlo.
  2. Una copia della rivista PATRIA indipendente (periodico della resistenza e degli ex combattenti) che tra i vari articoli contiene un’eccezionale intervista a Primo Levi di cui si fornisce copia ad ogni docente di Storia e Filosofia.

Su richiesta di docenti e alunni si potrà fare un gesto tangibile quale: 

  • abbonamento alla Rivista
  • adesione  all’ANPI come scuola 
  • raccolta fondi per il sostegno al “Museo della Liberazione di Via Tasso” come proposto durante l’incontro degli stessi studenti.

        

 
Altri articoli...
ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Alternanza2a

Formazione e aggiornamento
OPZIONE ROBOTICA

logo rob lite

OPZIONE MUSICALE

Logo-Musica-2 lite

INT. GCSES / A-LEVELS

Edexcel Logo approved centreRGB-1

CLASSI CAMBRIDGE

Classi Cambridge NEW

Mobilità Studentesca Internazionale

mob.stud.inter

VOLONTARIATO

 

Volontariato-piccolo

Cerca
P.T.O.F. 2016/19

PTOF

Offerta Formativa
 volantino open day thumb
25° Anniversario del L. Democrito
25democrito
Statistiche
Utenti : 157
Contenuti : 3610
Link web : 6
Tot. visite contenuti : 4400161

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Per sapere di più sui cookies utilizzati in questo sito, leggi la nostra politica sui Cookies.

Cliccando sul tasto OK accetti utilizzo dei cookies.

EU Cookie Directive Module Information